QUANDO IL CANE MANGIA TROPPO

Quando il cane mangia troppo ne va della sua salute: come per gli esseri umani, anche per i cani mangiare tanto fa male.

Un cane molto vorace potrebbe addirittura essere in grado di mangiare fino a scoppiare, ecco perchè è importante tenerlo d’occhio.

Il rischio ? è che finisca per ammalarsi.

Ci sono alcuni cani che non riescono a soddisfare la fame e aspettano con ansia il momento in cui riempiamo loro le ciotole. Quando siamo seduti a tavola, si appostano, in attesa che qualcosa cada per terra; oppure piangono per convincerci ad offrire loro un po’ della nostra cena. Insomma, non ci danno pace.

Vi suona familiare?

In realtà peró non é affatto colpa del pelosetto. Il cane non nasce goloso, e le brutte abitudini le impara dai suoi padroni: é infatti l’educazione ricevuta da piccolo che stabilirà il suo comportamento da adulto. Eh si, gli unici colpevoli siamo noi.

Le cattive abitudini alimentari del cane sono dovute principalmente al fatto che i membri della famiglia lo “viziano”, offrendogli cibo fuori orario o mentre già sta mangiando altro. Se il cane non gioca o non si muove abbastanza, (vivendo magari in appartamento) si rifugerà nel cibo.

Il cibo diventa fonte di soddisfazione a fronte di tanta energia accumulata e non smaltita.

È bene sapere che il cane non capisce l’importanza di seguire delle regole, ma si basa sull’esperienza e sulla ripetizione dei gesti. Con l’appetito capita lo stesso.

Sarebbe bene a questo proposito (e se il problema diventa cronico) portarlo dal veterinario per escludere la possibile presenza di una malattia che lo induca a mangiare troppo. Le due patologie più comuni in questo caso sono il diabete mellito e gli scompensi ormonali.

Un altro problema comune nei cani è l’abitudine a deglutire senza quasi prendere fiato. Si tratta di un comportamento estremamente negativo per la salute. Ingoiare il cibo senza masticare è un gesto guidato dall’istinto che il cane ha ereditato dal suo antenato, il lupo; un istinto che può causare disturbi all’apparato digerente.

Più velocemente si mangia, meno si mastica. Il rischio è che il cane possa ingerire qualche ossicino o che il cibo gli resti bloccato in gola. Se a questo aggiungiamo l’aria che viene deglutita masticando, si spiega l’origine di problemi gastrici, eruttazioni o aria nell’intestino.

Senza dubbio però, uno dei principali rischi relazionati al fatto di mangiare rapidamente e senza masticare, è rappresentato dalla torsione gastrica.

Si tratta di una malattia acuta che deve essere trattata con la massima urgenza, perché può risultare letale nel giro di poche ore. Il tasso di mortalità è molto alto.

I sintomi della torsione gastrica sono: ventre gonfio, andatura curva, apatia e tentativo di vomitare senza successo.

Purtroppo i cani-aspiratutto sono più numerosi di quanto non si creda. Quasi tutte le famiglie con cani ne hanno uno. Se questo è il vostro caso, prestate attenzione ai seguenti consigli:

~ piccole porzioni più volte al giorno: sarebbe consigliabile suddividere la razione di cibo quotidiana almeno in due pasti più piccoli, affinché il cane possa digerire meglio e non trascorrere troppe ore con lo stomaco vuoto.

~ ciotole giocattolo da riempire di croccantini o cibo. Anche semplici fondi di piatto con forma diversa (con parti convesse o altri ostacoli) obbligheranno il cane a fare uno sforzo in più per finire il cibo (nei negozi specializzati si possono trovare speciali giocattoli da riempire di cibo o crocchette: sono fatti di caucciù e fanno in modo che il cane trovi il cibo mentre gioca).

Se in casa vive più di un cane, si consiglia vivamente di somministrare il cibo separatamente; al contrario potrebbe aumentare negli animali lo stress e la fretta di terminare subito il cibo a causa della presenza di un rivale: durante il pasto, avere un altro animale vicino può in effetti generare nel cane la paura di essere aggredito o minacciato e quindi l’abitudine a finire tutto in fretta.

Condividi il tuo amore